Glossario

In questa sezione troverete una breve descrizione di alcuni dei termini usati nel gergo informatico e riportati nelle varie pagine di questo sito.

glossario

    • Android: Android è un Sistema Operativo sviluppato da Google per dispositivi mobili, principalmente smartphone e tablet. Android è il SO più diffuso al mondo.
    • Appunti di Windows: Ogni volta che si fa Taglia (CTRL + X) o Copia (CTRL + C) di un elemento, questo viene memorizzato temporaneamente negli appunti (o Clipboard).
    • AVI: è lo standard usato sui PC con SO Windows.
    • BIOS: il BIOS (Basic Input-Output System) è un’insieme di routine software atte a fornire al Sistema Operativo una serie di funzioni per accedere all’hardware, incluso il programma eseguito all’accensione e che gestisce la fase di avvio del sistema (boot).
    • Bitmap: con bitmap si definisce un formato per la rappresentazione di immagini raster, ossia un formato in cui l’immagine è definita a livello di pixel (definendo il colore di ogni singolo pixel).
    • Bluetooth: è lo standard creato affinchè una vasta gamma di prodotti possano comunicare tra loro utilizzando le onde radio a corto raggio.
    • Boot: il boot (o bootstrap) è il processo o insieme dei processi eseguiti dal computer durante l’avvio,fino al caricamento del kernel del Sistema Operativo.
    • AVI: è lo standard usato sui PC con SO Windows.
    • Cache: con il termine cache in informatica si indica un’area di memoria avente lo scopo di memorizzare dati. Lo scopo è quello di velocizzare il successivo riutilizzo di questi dati.
    • Cache di Google: la cache di Google (o più in generale dei motori di ricerca) è quella memoria avente il compito di salvare copie delle pagine web presenti sui server. Consentono così la ricerca locale all’interno delle stesse pagine e la consultazione successiva qualora le pagine per una qualche ragione non siano più disponibili sul server stesso.
    • Cavo Ethernet: il cavo Ethernet è il cavo di rete utilizzato per la connessione tra il computer e il modem/router.
    • Clipboard: Appunti di Windows, vedi voce Appunti.
    • Cloud Storage: con il termine cloud storage si intende uno spazio di archiviazione online ospitato su server di terze parti.
    • Codice QR: il codice QR (Quick Response Code) è un codice a barre bidimensionale composto da moduli neri disposti all’interno di uno schema di forma quadrata. Viene impiegato per memorizzare informazioni generalmente destinate a essere lette tramite uno smartphone.
    • Deframmentazione: con il termine deframmentazione si indica il processo di ottimizzazione nell’archiviazione dei dati sul disco del computer affinchè i file risultino memorizzati in zone contigue del disco (se ne riducono così i tempi di accesso e di lettura).
    • File sharing: con il termine file sharing si intende la condivisione di file tra più dispositivi.
    • File system: il file system è il meccanismo con il quale i file sono archiviati sulle memorie di massa, comprendendo scrittura e lettura, navigazione e organizzazione gerarchica dei dati.
    • Formattazione: con il termine formattazione in informatica si intende l’operazione con la quale si prepara un supporto di memorizzazione di massa all’archiviazione dei dati. Nel caso di uno smartphone ci si riferisce alla cancellazione dei dati personali in esso memorizzati con il ripristiono alle impostazioni iniziali di fabbrica.
    • FLV: formato standard per i video flash online.
    • Geocaching: il geocaching è un gioco social tipo caccia al tesoro dove i partecipanti utilizzano ricevitori GPS per nascondere o cercare degli oggetti denominati cache.
    • Geolocalizzazione: la geolocalizzazione è l’identificazione della posizione geografica nel mondo reale di un dato oggetto, riferito agli smartphone è la localizzazione tramite segnale satellitare Gps.
    • GIF: il GIF (Graphics Interchange Format) è un tipo di immagini digitali che ha largo uso su internet. L’estensione GIF definisce quindi un tipo di immagini che possono essere anche animate.
    • GNU GPL: la GNU GPL (GNU General Public License) è una licenza aperta per software libero, ossia una licenza che apre il software a modifiche e personalizzazioni.
    • Jailbreak: il jailbreak è la procedura che permette l’installazione su di un dispositivo Apple di pacchetti e app alternativi al canale ufficiale dell’App Store.
    • Java: Java è un linguaggio di programmazione multipiattaforma (può essere eseguito su qualsiasi dispositivo indipendentemente dal Sistema Operativo) e “orientato agli oggetti”. È uno dei linguaggi di programmazione più usati al mondo.
    • Kernel: il kernel è il cuore del Sistema Operativo, il software che gestisce l’accesso (con relative tempistiche) dei processi all’hardware.
    • Malware: il termine malware indica un codice maligno che viene inserito all’interno del codice di altri sofware.
    • Memorie di massa: con memorie di massa si definiscono i supporti destinati all’archiviazione permanente dei dati quali hard disk, floppy, CD, DVD, memorie flash, nastri magnetici e altro ancora.
    • MP4: formato video che utilizza la codifica MPEG-4 o H.264 per i video e l’AAC o AC3 per l’audio; è il formato consigliato per caricare video su internet in siti come Youtube, ampiamente supportato dalla maggior parte dei lettori multimediali commerciali.; si tratta del formato più comune utilizzato per i video online.
    • NTFS: NTFS è la sigla di New Technology File System, file system dei sistemi operativi basati su kernel NT. I dischi più moderni usano questo formato di partizione.
    • OCR: con il termine OCR (Optical Character Recognition) si indicano i sistemi di riconoscimento ottico dei caratteri, ossia quei software dedicati alla conversione di immagini contenenti testo in un testo digitale.
    • Open source: con il termine open source ci si riferisce ad un software il cui codice sorgente è aperto, ossia libero di essere analizzato e modificato per adattarlo ai propri scopi o a miglioramenti.
    • OS X: è il Sistema Operativo di casa Apple, meglio noto come MacOS oppure MacOS X.
    • Peer to peer: con il termine peer to peer (P2P) si indica un’architettura di una rete informatica in cui i due punti di connessione alla rete (nodi) hanno un livello paritario (peer): cercando di semplificare il concetto si può dire che ogni utente (che funge da nodo) diventa al contempo server e client.
    • Phishing: con il termine phishing si indica una truffa effettuata su internet per la sottrazione delle credenziali di accesso o più in generale di informazioni personali; questo tentativo di truffa avviene fingendosi qualcun altro attraverso l’invio di email o la replica di pagine di siti che inducano l’utente in inganno.
    • PIN: il PIN (acronimo di Personal Identification Number) è il codice numerico che consente l’uso di dispositivi elettronici solo a chi ne è a conoscenza.
    • Ping: con il termine ping si indica il tempo impiegato da un computer a raggiungere un altro dispositivo di rete (abbiamo qui sintetizzato l’espressione ping tralasciando una descrizione più precisa e corretta ma troppo tecnica).
    • Play Store: Play Store è un programma preinstallato sui dispositivi Android utile per la ricerca e il download delle app.
    • Plugin: il plugin (o estensione) è un software che interagisce con un altro programma per estenderne le funzionalità.
    • Provider: con il termine provider si indica il fornitore di servizi internet (ISP: Internet Service Provider), ossia chi fornisce l’accesso alla rete internet.
    • Proxy: il server proxy è un server che ha lo scopo di fare da intermediario tra il client e gli altri server su cui sono ospitati i contenuti da fruire. Forniscono l’anonimato durante la navigazione e creano un filtro tra le connessioni entranti ed uscenti.
    • Registro di sistema: il registro di sistema è composto da una serie di files dove sono memorizzate le impostazioni e relative opzioni del Sistema Operativo Windows e di tutte le applicazioni installate.
    • Repository Linux: in ambiente Linux i repository sono archivi web nei quali vengono raggruppati i pacchetti software installabili sulle varie distribuzioni.
    • Sandbox: con il termine sandbox ci si riferisce in ambito informatico ad un ambiente protetto all’interno del nostro sistema (una vera e propria porzione del Sistema Operativo) nel quale operare in maniera del tutto sicura e immune.
    • Screenshot: con il termine inglese screenshot si intende un’istantanea dello schermo di un monitor o di un altro dispositivo,ossia l’immagine visualizzata in un determinato istante.
    • Sistray: il sistray (Sistem Tray) identifica l’area del desktop collocata sulla barra delle applicazioni in cui sono contenute le icone dei programmi che stanno eseguendo particolari operazioni. Nei sistemi Windows è posizionata di default in basso a destra.
    • Spyware: uno spyware è un software che raccoglie informazioni circa le attività online dell’utente senza il suo consenso.
    • Streaming: con il termine streaming si indica nel campo delle telecomunicazioni un flusso di dati audio/video che vengono trasmessi tramite una rete da una sorgente a una o più destinazioni dove potranno essere riprodotti.
    • SWF: Shockwave Flash è il formato più utilizzato per rappresentare e distribuire grafica animata vettoriale online.
    • Swipe: con il termine swipe si intende l’azione di far scorrere lo schermo dello smartphone (o del tablet) mediante il trascinamento con un dito
    • Tethering: il tethering consiste nell’utilizzo di un dispositivo dotato di connessione internet per dare accesso alla stessa rete ad altri dispositivi che ne sono sprovvisti.
    • Trojan: un trojan è un software dannoso che si nasconde all’interno di un altro programma all’apparenza innocuo.
    • Url: con il termine url (acronimo di Universal Resource Locator) si indica l’indirizzo di una pagina web. Si tratta del termine frequentemente utilizzato per l’indirizzo web digitato nella barra degli indirizzi del browser.
    • VCF: il formato VCF è un formato universale utilizzato per i file contenenti le informazioni di contatto su persone, anche conosciuto con il nome vCard.
    • Versione beta: con il termine versione beta in informatica si indica una versione del software testata dagli sviluppatori ma non ancora definitiva. Lo scopo è quello di mettere a disposizione degli utenti il software affinchè con il loro utilizzo ‘imprevisto’ possano far emergere eventuali difetti o incompatibilità.
    • WVM: Windows Media Video è un formato di compressione video sviluppato da Microsoft per la gestione dei contenuti video e delle applicazioni Internet in streaming su personal computer.